Dal 1° novembre sono cambiate le politiche di Booking.com per le tariffe non rimborsabili. Con un avviso recapitato nell’extranet degli hotel martedì 31 ottobre, il portale ha fatto sapere che d’ora in poi addebiterà la commissione anche sulle penali applicate nel caso in cui il viaggiatore decida di cancellare la sua prenotazione. Si tratta di una scelta improvvisa, giunta con scarso preavviso, ma affatto imprevista; nei contratti sottoscritti fra Booking.com e gli hotel, il calcolo della commissione anche sulle penali delle cancellazioni era già contemplato; semplicemente, Booking non aveva mai applicato questa possibilità – a differenza di Expedia, che già da tempo…

Nov 12, 2017 / by Studio Turismo / No Comments